Chi Siamo

Cosa ci rende M·A·C

M·A·C è il leader mondiale del make-up professionale grazie alla sua expertise in make-up ARTISTRY.

M·A·C celebra la diversità e l'INDIVIDUALITA' - da qui il nostro motto è All Ages, All Races, All Sexes.

M·A·C è una COMUNITA' orgogliosa di make-up artist professionisti che lavorano insieme per esprimere e dar vita alla nostra vision.

M·A·C è all'avanguardia per quando riguarda il fashion TRENDSETTING, poiché collabora con i più grandi talenti di moda, arte e cultura popolare. I nostri Artisti creano i trend nei backstage delle settimane della moda in giro per il mondo.

M·A·C crede nella SOCIAL RESPONSABILITY, le iniziative come VIVA GLAM e il M·A·C AIDS Fund sono il cuore e l'anima della nostra cultura.

Nascita del Culto:
dall'inizio a oggi!

All Ages, All Races, All Sexes… Un brand di make-up professionale che crea i trend nei backstage delle settimane della moda in giro per il mondo. Oggi, M·A·C rappresenta così tante cose per i milioni di fan in ogni angolo del mondo, ma un fenomeno del genere deve pur avere inizio da qualche parte.

Make-Up Art Cosmetics nasce a Toronto in Canada. Il make-up artist e fotografo Frank Toskan e Frank Angelo, proprietario di un salone di bellezza, erano alla ricerca di un make-up che apparisse bene in fotografia e non trovandolo decisero di creare il proprio. All'inizio producevano i cosmetici nella loro cucina e li vendevano nel salone di bellezza agli amici make-up artist, modelle e fotografi. Ben presto, stylist e fashion editor sono entrati in azione. In seguito alla crescita dei crediti sulle riviste e alla popolarità dovuta al passa parola, la coppia decise di lanciare M·A·C nel Marzo del 1984 in un corner di un department store a Toronto.

Il loro approccio era del tipo pratico ma chic, i prodotti erano confezionati in recipienti neri piuttosto che in compatti. Al contrario della maggior parte dei brand make-up esistenti, che erano prevalentemente aziende di skincare, M·A·C scelse di affermarsi unicamente come autorità del colore. Il corner era presidiato esclusivamente da make-up artist professionisti, una novità per l’epoca. Uno dei prodotti più popolari era un lipstick rosso intenso dal finish opaco, che ebbe una spinta grazie a un servizio fotografico in cui Madonna lo indossava , e più tardi fu anche vista indossare una T-shirt M·A·C.

Il brand apportò una rivoluzione nel mercato, offrendo una vasta gamma di prodotti che univano la professionalità a uno stile glamour. Al counter, l’approccio M·A·C era notevolmente diverso. Piuttosto che utilizzare le tecniche promozionali di vendita, M·A·C si concentrava esclusivamente sull’integrità dei prodotti attentamente formulati. In più, l’immagine del brand aveva un tocco di esuberanza. Un marchio che da sempre ha onorato l’individualità e l’espressione di se stessi sopra ogni altra cosa, portò un’espressione di brillante teatralità negli eleganti store e corner M·A·C.

Nel 1994, mentre HIV e AIDS continuavano a diffondersi nel mondo, M·A·C decise di rendere le organizzazioni contro HIV/AIDS il focus dell’azienda, per questo fu creato il M·A·C AIDS Fund. A oggi, la campagna VIVA GLAM ha raccolto oltre $340 milioni di dollari per la lotta contro HIV/AIDS, con portavoce come Lady Gaga, Pamela Anderson e Nicki Minaj.

Entrato a far parte del gruppo Estée Lauder Companies nel 1994, M·A·C oggi è distribuito in più di 90 paesi nel mondo. È da sempre impegnato nello sviluppo di nuove categorie, nuovi prodotti e oltre 50 collezioni ogni anno, per rispondere ai bisogni sia dei consumatori che dei make-up artist professionisti.

Collaborazioni con noti personaggi di cultura popolare, arte e moda come Rhianna, Lorde, Proenza Schouler, The Rocky Horror Picture Show e Brooke Shields, contribuiscono ad accrescere il valore di M·A·C tra i fan esistenti e ad acquisirne di nuovi. Mentre la presenza continua dei nostri make-up Artist nei backstage di oltre 200 sfilate in giro per il mondo, tra cui Prabal Gurung e Vivienne Westwood, assicura l’immagine di M·A·C come trend setter nel mondo del beauty.